Parole onomatopeiche…

Se pensate all’assurdità delle parole…

cioè non solo bang, brum, drin, argh…sono parole onomatopeiche….

ma anche trillo….cioè quel suono acuto, e non esiste parola migliore per descriverlo….

come boato….si sa che il boato è quel rumore assordante ma che viene da lontano, e quell’incrocio di vocali lo richiama davvero.

Poi oggi siamo passati alla banalità….come la parola ingegnere scritta con la gn dia l’idea di qualcosa di non particolarmente estusiasmante…

e ora cacca, mi sembra che abbia proprio quel suono di caduta…..

poi c’è frizzante le due zeta danno quell’idea di pizzicore…..sarà che anche in -pizzicore- ci son due z…

e poi si potrebbe continuare, faville….non dà l’idea di essere proprio la parola adatta per spiegare quello sbirluccihio……

Poi ci sono delle parole che invece non hanno proprio nulla a che vedere con quello che rappresentano….tipo il nome Diego che a me non ricorda nessun nome ma un ceppo di legno…(mi scusino i signori Dieghi….)e poi la parola mestolo….mah….non mi dicon davvero nulla…come tutte le parole con il suono GH all’interno della parola….mah è un suono strano….

 

e poi ci sono quelle parole che devi mandar giù, INGHIOTTIRE…questa è una parola che suona abbastanza onomatopeica, ma mi fa schifo e non perchè contiene il suono GH …ma perchè a furia di inghiottire….poi sbotterò tutto insieme.

 

bacio

0 Commenti a “Parole onomatopeiche…”


I commenti sono chiusi.